Ricerca

Informazioni sul software Joomla!

Seminario informativo Horizon2020


windows-azure

Lunedì 16/12 si terrà a nell’aula B1 un seminario informativo circa il nuovo Horizon2020
Relatori:
Roberto Di Gioacchino
Irene Liverani
Organizzato in collaborazione fra Dibris e Diten - Partecipazione libera
Temi affrontati:
  • Pilastri di ricerca
  • Tipologia di proposte progettuali
  • Proprietà intellettuale
  • Costi adducibili
  • Analisi dei cambiamenti rispetto ai precedenti programmi di finanziamenti in ambito europeo
Data:
Lunedì 16 Dicembre, ore 09:00
Luogo:
DIBRIS - Via Opera Pia 13, Aula B1

Ricerca

Le attività di ricerca del DIBRIS sono svolte da docenti, assegnisti, dottorandi, collaboratori esterni e personale tecnico. Le attività di ricerca si inquadrano nell'ambito di aree scientifiche di ampio respiro che caratterizzano la matrice culturale e sono presenti nella denominazione del dipartimento stesso: Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi.

Il DIBRIS è coinvolto in progetti di ricerca promossi e finanziati primariamente dalla Commissione Europea, da ministeri italiani e da industrie private. Sono attive collaborazioni con enti di ricerca e aziende a livello nazionale e internazionale.

Inoltre il DIBRIS partecipa attivamente a tre Centri interuniversitari di ricerca, ISME, CIPI e RASES

Le principali linee di ricerca attualmente seguite dai ricercatori del DIBRIS sono:

Intelligenza Artificiale e Sistemi Multi-agente (AIMS)

Data Science and Engineering (DSE)

Human Computer Interaction (HCI)

Robotics and Autonomous Systems (RAS)

Science and Technology for Health (STH)

Secure and Reliable Systems (SRS)

Systems Engineering (SE)

Intelligenza Artificiale e Sistemi Multi-agente (AIMS)

art of Takoshi Suigushi

Sommario:
L'obiettivo di AIMS è far progredire lo stato dell'arte nei campi dell'Informatica e dell'Ingegneria Informatica con particolare attenzione alle tecniche di Intelligenza Artificiale, ai Sistemi Multi-Agente (MAS) e alle loro applicazioni. La nostra ricerca riguarda la progettazione e l'implementazione di metodi innovativi, per risolvere problemi ingegneristici cruciali in settori quali i Sistemi Robotici ed Autonomi, la Progettazione Meccanica, la Verifica e il Ragionamento, i Sistemi Software e Sistemi Ciber-Fisici, con un'enfasi su metodi basati sulla logica applicabili a questi contesti. Siamo inoltre interessati alla modellazione, alla verifica, alla prototipazione rapida e allo sviluppo di strumenti per MAS, basati principalmente sulla logica computazionale e su linguaggi ad agenti e tecnologie dichiarativi.

Sottolinee:

  • ● Ragionamento Automatico: pianificazione, schedulazione, progettazione e configurazione
  • ● Strumenti Automatici per l’Ingegneria del Software: analisi dei requisiti e generazione di test
  • ● Sistemi Intelligenti basati su Big Data: integrazione, riparazione e risposta consistente a interrogazioni su dati
  • ● Metodi Formali: simulazione e verifica di sistemi ciber-fisici, verifica di apprendimento computazionale
  • ● Sistemi Multi-agente: ingegnerizzazione e relazione tra agenti e web semantico

Settore ERC:
PE6_7 Intelligenza Artificiale, Sistemi Intelligenti, Sistemi Multi-Agente

Parole Chiave: Ragionamento Automatico, Strumenti Automatici per l’Ingegneria del Software; Sistemi Intelligenti basati su Big Data; Metodi Formali; Sistemi Multi-agente;

Referente: Armando Tacchella

Data Science and Engineering (DSE)

art of Takoshi Suigushi

Sommario:
L'esplosione nella quantità di dati prodotti ed acquisiti è una delle conseguenze più evidenti delle innovazioni tecnologiche degli ultimi anni. La sempre crescente dimensionalità e complessità di tali dati rende la loro gestione ed analisi estremamente complessa. Con gestione si intende l’insieme delle operazioni necessarie per organizzare, memorizzare e recuperare i dati in modo efficace ed efficiente. Con analisi si intende l’insieme delle tecniche per l’estrazione e la sintesi di informazioni rilevanti a fini previsionali e decisionali in sistemi intelligenti. La linea di ricerca affronta in particolare problematiche di:

  • ● gestione dei dati su larga scala, mirando a proporre nuove tecniche di integrazione, organizzazione, indicizzazione ed elaborazione, in grado di tenere in debita considerazione la specificità dei dati, anche in termini di qualità e semantica, e di abilitare ricerche e analisi sui dati, sia memorizzati che disponibili come flussi continui.
  • ● apprendimento automatico dai dati, finalizzato al progresso della teoria, allo sviluppo di algoritmi per l'apprendimento di strutture e rappresentazioni a partire da dati empirici e all’utilizzo dei risultati algoritmici e teorici per lo sviluppo di nuove tecnologie per l'intelligenza artificiale e l'analisi dati.
  • ● rappresentazione visuale dei dati per comunicare informazioni in maniera chiara ed efficiente e per facilitare l’identificazione di pattern, tendenze e correlazioni.

Domini di applicazione includono i sistemi biologici, la robotica e la visione computazionale, l’analisi delle reti, i sistemi assistivi, i sistemi multimediali, i sistemi di trasporto e industriali e l’ottimizzazione di sistemi complessi.

Settore ERC:
PE6_10 Web and information systems, database systems, information retrieval and digital libraries
PE6_11 Machine learning, statistical data processing and applications using signal processing (e.g. speech, image, video)

Referente: Giovanna Guerrini

Human Computer Interaction (HCI)

art of Takoshi Suigushi

Sommario:
La nostra ricerca in Human Computer Interaction (HCI) e Interaction Design riguarda il modo in cui gli esseri umani interagiscono con i sistemi informatici, i media e le informazioni digitali, includendo interazione sociale, affettiva, enaction, embodiment. Gli obiettivi sono i) analizzare e modellare comportamento, percezione e intenzioni degli utenti, ii) progettare modalità e modelli di interazione innovativi per supportare gli utenti in un ampio spettro di attività. Human-centered computing è il focus di questa linea di ricerca, che vede l'ingegneria dei fattori umani insieme alle scienze cognitive, umanistiche e della comunicazione quali discipline essenziali e complementari all'informatica e all'intelligenza artificiale, in un approccio trans-disciplinare. L’attività di ricerca si esplica in domini diversi, tra cui quello artistico, culturale, educativo e della salute, in cui vengono impiegati modelli computazionali e tecnologie atti a potenziare l’esperienza dell’utente nei vari ambiti o a generare nuove forme di interazione.

Sottolinee:

  • ● Interfacce multimodali, non verbali, emotive e sociali
  • ● Modellazione utente, interfacce utente intelligenti e adattive
  • ● Affective computing
  • ● Grafica computerizzata interattiva, modellazione 3D e elaborazione di dati spaziali
  • ● Percezione e interazione nei sistemi di realtà aumentata e virtuale
  • ● Recommender e sistemi di supporto

Settore ERC:
PE6_9 Human computer interaction and interface, visualization and natural language processing
PE6_8 Computer graphics, computer vision, multi media, computer games
SH4_4 Cognitive and experimental psychology: perception, action and higher cognitive processes

Parole Chiave: human-centered computing, user experience, geometry processing, geo-information and spatial data analysis, behaviour analysis, social signals processing, emotion, discourse processing, semantic modeling, virtual and mixed reality, visual perception, multimodality, enaction.

Referente: Ilaria Torre

Robotics and Autonomous Systems (RAS)

art of Takoshi Suigushi

Sommario:
In accordo con le linee di ricerca correnti e la European Robotics Research Roadmap (https://www.eu-robotics.net/sparc/about/roadmap/index.html), gli argomenti trattati dalla linea di ricerca Robotics and Autonomous Systems presso DIBRIS includono:

  • • Come può un robot o un sistema autonomo percepire l’ambiente che lo circonda. In particolare: tecnologie di sensori che possano essere utilizzate in robotica; modelli e algoritmi per la rappresentazione dei dati sensoriali, ragionamento, apprendimento, e interpretazione dei dati; integrazione multisensoriale; stima dello stato e dei parametri sulla base dei dati sensoriali.
  • • Come il robot si muove e interagisce con l’ambiente. In particolare: modelli e algoritmi per il controllo robotico, pianificazione ed esecuzione di azioni e movimento, paradigmi per l’interazione fisica con altri robot, oggetti e persone;
  • • Come il robot interagisce con gli esseri umani. In particolare: paradigmi per l’interazione e la comunicazione verbale e non verbale, tenendo conto della personalità della persona, delle sue emozioni, e della sua identità culturale; integrazione di robot all’interno di ambienti intelligenti; implicazioni etiche, legali e sociali della robotica;
  • • Come sono integrate le componenti hardware e software. In particolare: hardware e piattaforme distribuite e in rete per il controllo in tempo reale di robot e sistemi autonomi, architetture in tempo reale per la schedulazione dei processi e la comunicazione; robot e Internet Of Things.

I progetti di ricerca sono attualmente focalizzati su tecnologie abilitanti innovative e su diversi domini applicativi, tra cui: robotica per l’Industria 4.0; robotica marina di superficie e robotica sottomarina; salute, in particolare nell’assistenza alle persone anziane; Ricerca e Soccorso.

Settore ERC:
PE7_10 Robotics

Parole Chiave: Robotica, Meccatronica, Sistemi Autonomi, Cooperazione Multi-Robot, Architetture Software Robotiche, Architetture in Tempo Reale, Acquisizione sensoriale, Controllo, Pianificazione, Decisione, Rappresentazione della conoscenza, Interazione Uomo-Robot, Controllo cognitivo e intelligente per robot e sistemi autonomi.

Referente: Antonio Sgorbissa

Secure and Reliable Systems (SRS)

art of Takoshi Suigushi

Sommario:
La complessità dei moderni sistemi software è in continua crescita, così come le capacità di comunicazione e la potenza di calcolo della tecnologia “pervasive”, rappresentata da una vasta gamma di dispositivi smart eterogenei che interagiscono tra loro; sistemi Internet of Things (IoT) e Cyber Physical (CPS) e software distribuito complesso basato su Cloud, Fog, Mobile e Edge Computing o che implementa Distributed Ledger o sistemi SCADA, pongono una serie di nuove sfide per lo sviluppo di applicazioni sicure e affidabili.

Tale problema coinvolge diverse fasi del processo di sviluppo del software e la sua complessità richiede l'adozione di approcci complementari che possano essere integrati per ottenere risultati migliori; a tal fine, il nostro impegno è principalmente rivolto all'esplorazione di diverse tecniche e metodi innovativi per facilitare lo sviluppo di sistemi software complessi che possano essere sicuri e affidabili, con particolare attenzione alle fasi di progettazione, implementazione, testing, verifica e validazione del software.

La capacità di coprire gli aspetti di sicurezza e correttezza di un'ampia categoria di sistemi, come quelli sopra menzionati, richiede diversi tipi di competenze che permettono di creare però collaborazioni sinergiche per confrontare e integrare approcci diversi. Per esempio, l'analisi automatica di applicazioni distribuite con forti requisiti di sicurezza richiede l'adozione di tecniche miste sia statiche, sia dinamiche; i metodi di verifica e validazione per l'affidabilità dei sistemi possono essere migliorati mediante tecniche combinate di verifica formale, testing e verifica a runtime; inoltre, le fasi di testing, verifica e validazione possono venire semplificate adottando nuove metodologie di specifica dei requisiti e progettando e implementando nuove astrazioni a livello di programmazione.

Settore ERC:
PE6_3 Software engineering, operating systems, computer languages
PE6_4 Theoretical computer science, formal methods, and quantum computing
PE6_5 Cryptology, security, privacy, quantum crypto

Referente: Davide Ancona

Science and Technology for Health (STH)

art of Takoshi Suigushi

Sommario:
Le attività dei gruppi afferenti al DIBRIS nell’ambito di tale linea si muovono su quattro aree, caratterizzate da un livello elevato di multidisciplinarità e complementarietà.

  • • Informatica biomedica: sviluppo e uso di metodi informatici e statistici per l’analisi, la gestione e il riuso di dati biomedici, con il supporto di standards, per la ricerca di base nell'ambito della salute, l'estrazione di nuova conoscenza ed il supporto alle decisioni.
  • • Neuroingegneria: studio del sistema nervoso a diversi livelli, dai geni ai neuroni fino ai meccanismi comportamentali e cognitivi, in condizioni sia normali che patologiche, anche attraverso la definizione di modelli e la realizzazione di sistemi artificiali.
  • • Ingegneria cellulare e tissutale: sviluppo di metodi e tecniche a livello micro- e nano per la biologia e la medicina, sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico.
  • • Terapia, riabilitazione, well-being e Interazione uomo/macchina: studio di tecniche dell'apprendimento automatico per lo sviluppo di sistemi intelligenti; sistemi interattivi multimodali e serious games.

Settore ERC:
PE6-Computer Science and Informatics: Informatics and information systems, computer science, scientific computing, intelligent systems.
PE7-Systems and Communication Engineering: Electronic, communication, optical and systems engineering.
PE8 Products and Processes Engineering: Product design, process design and control, construction methods, civil engineering, energy systems, material engineering.

Parole Chiave: bioinformatics; standards in medical informatics; tools for omics research support; computer vision; perceptual science; sensorimotor control; human computer interaction and interface; machine learning; statistical data processing and applications using signal processing; biomedical image processing; computational neuroscience; neuromorphic computing; biomaterials; biophysics.

Referente: Laura Pastorino

Systems Engineering (SE)

art of Takoshi Suigushi

Sommario:
Questa linea racchiude un insieme di attività di ricerca su contesti applicativi abbastanza diversificati ma accomunate da uno stesso approccio metodologico di modellizzazione, ottimizzazione e controllo di sistemi complessi. In particolare, le attività di ricerca di ingegneria dei sistemi includono lo sviluppo di modelli dinamici per la simulazione e la previsione di sistemi complessi e distribuiti, caratterizzati da fonti di incertezza, la definizione di approcci di ottimizzazione, anche in contesti multi-obiettivo e multi-decisore, per la pianificazione di tali sistemi, fino alla definizione di algoritmi per il controllo in tempo reale. I principali contesti applicativi investigati sono riferiti a:

  • sistemi di trasporto e logistici: sono di particolare interesse il trasporto su strada in ambito urbano ed extraurbano, il trasporto di merci pericolose, il trasporto intermodale di merci su reti logistiche e in generale problemi di vehicle routing
  • sistemi energetici: le metodologie dell’ingegneria dei sistemi sono applicate a reti energetiche intelligenti a larga scala, microgrid poligenerative, veicoli elettrici, sistemi di ricarica, produzione da fonti rinnovabili per la generazione di energia, sistemi di accumulo
  • sistemi ambientali: le principali applicazioni riguardano la gestione dei rischi naturali ed industriali, la gestione delle risorse naturali e lo smaltimento dei rifiuti
  • sistemi produttivi: sono considerate problematiche relative alla pianificazione e allo scheduling per sistemi produttivi manifatturieri, tenendo in considerazione anche aspetti attinenti alla sostenibilità.

Settore ERC:
PE1_15 Discrete mathematics and combinatorics
PE7_1 Control engineering
PE7_3 Simulation engineering and modelling

Referente: Silvia Siri

Sei qui: Home Dibris Ricerca

Questo sito usa i cookie.